Top trend tecnologici per il 2020.

Top trend tecnologici per il 2020.
04 febbraio 2020
In questo articolo una sintesi dei trend tecnologici che influenzeranno il business nei prossimi mesi, individuati da Gartner nel recente IT Symposium/Xpo di Barcellona.
Gartner definisce una tendenza tecnologica strategica quella che ha un potenziale dirompente, perché è in una fase di passaggio dall’essere tecnologia emergente all’essere tecnologia con impatto sul mercato, che sta rapidamente crescendo e che si prevede raggiungerà un punto di svolta nei prossimi cinque anni.
Il nuovo mantra in voga tra i Cio, ovvero i Responsabili dei Sistemi Informativi (usato anche da Gartner stessa) è il TechEquilibrium, ovvero la ricerca di equilibrio tra business e tecnologia.
 
Hyperautomation. La combinazione di strumenti di machine learning, software, automazione per rendere il lavoro più automatizzato possibile. Questo scenario ha preso il via dall’introduzione in questi anni delle tecnologie di Rpa (Robotic Process Automation), primo esempio concreto per supportare e replicare compiti dell’azione umana.
Multiexperience. Per i prossimi dieci anni, l’esperienza dell’utente sarà determinante per capire come interagire con il mondo digitale. Basta guardare le piattaforme conversazionali, come virtual reality, augmented reality, mixed reality che modificano la percezione del mondo e combinano percezione e interazione in esperienze multimodali e multisensoriali.
Democratization of expertise. La democratizzazione della tecnologia permetterà alle persone di avere accesso sia a competenze tecnologiche (come machine learning e app) sia a competenze di business (ad esempio analisi economiche o dei processi di vendita) attraverso un’esperienza semplificata, senza più formazione costosa.
Human augmentation. La tecnologia potrà essere utilizzata per apportare miglioramenti all’esperienza umana, sia a livello cognitivo (maggiore accesso alle informazioni) sia a livello fisico (maggiore benessere, attraverso dispositivi tecnologici utilizzati dal corpo umano). Nel prossimo decennio, questi fenomeni creeranno poi ricadute anche nel mondo del lavoro.
Transparency e traceability. Gli utenti, sempre più consapevoli del valore delle informazioni personali, richiederanno una migliore protezione dei loro dati. La gestione della sicurezza avrà anche risvolti etici legati all’uso dell’intelligenza artificiale e delle tecnologie.
Empowered edge. I dati generati e processati richiederanno una grande capacità di calcolo nell’edge (ovvero nei dispositivi periferici). L’edge computing diventeràdominante in tutte le industrie, richiederà maggiore capacità di archiviazione.
Autonomous things. Gli oggetti autonomi automatizzeranno, grazie all’AI, funzioni precedentemente eseguite dall’uomo: robot, droni, veicoli autonomi, navi, elettrodomestici, ecc. La loro automazione sfrutterà l’intelligenza artificiale per fornire comportamenti avanzati che interagiscono in modo più naturale con l’ambiente circostante e con le persone.
AI Security.  Il crescente utilizzo di strumenti di AI e di ML (Intelligenza Artificiale e Machine Learning) per facilitare il processo decisionale se da una parte porta a enormi potenzialità, dall’altra crea nuove sfide per il team di sicurezza, aumentando i potenziali punti di attacco (IoT, cloud computing, microservizi, sistemi connessi). Tre le aree chiave sulle quali concentrarsi: proteggere sistemi basati su intelligenza artificiale, sfruttare l’intelligenza artificiale stessa per migliorare la sicurezza, anticipare in modo predittivo eventuali comportamenti malevoli grazie all’utilizzo della AI.
Le logiche che stanno dietro questo profondo processo di cambiamento, dettato dall’intelligenza artificiale e più in generale dalla trasformazione digitale e dall’innovazione, non si devono ridurre all’automatizzazione dei processi o alla loro reingegnerizzazione. “La vera dimensione trasformativa è una rivoluzione di senso, una rivoluzione culturale, così profonda che cambia le cose, la loro struttura e la loro natura”. (Stefano Epifani, docente e presidente del Digital Transformation Institute).
Tutti i migliori esponenti, analisti del settore IT, Gartner in primis, inoltre sostengono e sono convinti che l’utilizzo delle tecnologie deve essere funzionale a creare una società sostenibile.
 
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie.   Maggiori informazioni